« Torna indietro

DL EDITORIA/ NUOVE NORME PER L'EDITORIA DIGITALE

EDITORIA TV -

27/06/2012

Per quanto riguarda le novità per l'editoria digitale, nel testo del decreto sull'editoria approvato dal Senato viene prevista una delegificazione (con una semplificazione delle norme giuridico-formali) per quanto concerne i periodici web, i blog o i siti

Le testate periodiche realizzate unicamente su supporto informatico e diffuse unicamente per via telematica, i cui editori non abbiano fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100 mila euro non sono soggetti agli obblighi di legge previste per la stampa del mondo analogico. Si precisa quindi che per i ricavi annui da attività editoriale si intendono quelli «derivanti da abbonamenti e vendita in qualsiasi forma, ivi compresa l'offerta di singoli contenuti a pagamento, da pubblicità e sponsorizzazioni, da contratti e convenzioni con soggetti pubblici e privati».
Altra novità riguarda la pubblicità on line, comprese le risorse raccolte da motori di ricerca e social network: rientrerà nel paniere dei ricavi del Sic (il sistema integrato di comunicazioni) su cui si calcola anche il tetto 'anti posizioni dominanti' del 20%. Le concessionarie di pubblicità sul web dovranno poi essere iscritte nel Registro degli operatori di comunicazione.
Il dl favorisce poi il passaggio sul digitale delle testate fruitrici dei contributi. Nei primi due anni sono previste ulteriori incentivazioni per i costi sostenuti per le pubblicazioni esclusivamente in formato digitale. Nuove norme anche sostegno delle associazioni no profit: potranno avere le stesse tariffe postali agevolate così come i grandi quotidiani.

File allegati

Circolare CEE 15_30.5.2012_Contributi edizioni Telematiche.pdf
« Torna indietro